XXI secolo

Blog > XXI secolo > Meteore e non
By rdo il Ven 18 Mar, 2011 18:23 CET

Meteore e non

La tecnologia della televisione digitale terrestre non smette di stupire, soprattutto per il gran movimento di canali che vanno e vengono.



Non sempre sono buone notizie. E' di questi giorni proprio la notizia della chiusura di uno dei nuovi network, annunciata da questo comunicato, trasmesso nel classico "cartello" statico a pieno schermo.


Dahlia TV e il suo team sono spiacenti di comunicare che, nonostante tutto l'impegno profuso in questi mesi per offrire il miglior servizio e ricambiare la fiducia accordata dai propri Clienti, si trovano costretti a interrompere le trasmissioni.

Ringraziamo e ci scusiamo con tutti i Clienti e gli appassionati che ci hanno scelto e seguito fino a oggi.


L'emittente tentava di offrire, per chi non lo sapesse, un bouquet di programmi a trecentosessanta gradi, ineguagliabile perfino da parte del gruppo Telecom (La7/MTV). Qualcuno si ricorda, a proposito, di QOOB, questo esperimento pionieristico di televisione senza anchormen e anchorwomen, con solo i contenuti, anche degli spettatori, trasmessi a ciclo continuo? Il canale, nato in analogico e poi migrato un po' dovunque, incluso uno stream Internet, ha chiuso il 31 Ottobre 2010. Il suo server web (www.qoob.tv) gli sopravvive, ma rifiuta l'accesso.


You are not authorized to view this page

The Web server you are attempting to reach has a list of IP addresses that are not allowed to access the Web site, and the IP address of your browsing computer is on this list.
Please try the following:

Contact the Web site administrator if you believe you should be able to view this directory or page.
HTTP Error 403.6 - Forbidden: IP address of the client has been rejected.
Internet Information Services (IIS)

Technical Information (for support personnel)

Go to Microsoft Product Support Services and perform a title search for the words HTTP and 403.
Open IIS Help, which is accessible in IIS Manager (inetmgr), and search for topics titled About Security, Limiting Access by IP Address, IP Address Access Restrictions, and About Custom Error Messages.


Peccato, punto e basta.



Nel frattempo Neko TV sta nascendo, per iniziativa di Ciro Sapone: e' il primo canale di animazione giapponese annunciato nella zona di chi scrive. Il nome, si legge online, e' preso dall'"Imaneki Neko", figura tradizionale giapponese di un "gatto ben augurante". Le prime trasmissioni sono state funestate da problemi di codifica all'origine, tale per cui (non si sa se su tutti i decoder, sui Tecsoft sicuramente) si perdeva l'audio e il video "sfarfallava" in stile Max Headroom.
Quasi contemporaneamente al lancio di NekoTV, il gruppo Telestar ha fatto partire Anime Gold, altro canale di cartoni animati (bellissima la musica del promo, a proposito) che per adesso trasmette soprattutto materiale veramente vecchio (anche NekoTV, a dire il vero). Buona l'intenzione, quindi, ma i titoli di vera avanguardia, tanto apprezzati nella produzione attuale, latitano. Per la cronaca, Anime Gold ha preso improvvisamente il posto di quello che avrebbe dovuto essere Code, un canale dedicato all'investigazione e all'azione, il cui promo e' stato trasmesso in continuazione per settimane intere.



Cio' di cui proprio NON si sentiva la mancanza erano altri canali dedicati alle televendite, che continuano a proliferare come ratti. In principio era Mediashopping (oggi chiamato ME per lanciare uno slogan-tormentone "by ME"); adesso ci sono anche QVC e Channel24. Inoltre, varie TV locali stanno attivando canali appositi sulle proprie frequenze, come se non fossero gia' abbastanza sature di questo tipo di offerta sui propri canali "istituzionali". Si potra' dire "che palle" in Internet? ;-) Paradossalmente, il gruppo ReteCapri (che ci si aspetterebbe essere qualcosa di piu' limitato dei grandi network) si sta comportando in maniera molto piu' professionale di tanti altri soggetti, alternando sul suo "Capri Store" una programmazione piu' generalista a quella esclusivamente commerciale.

Menu